Passa ai contenuti principali

Un gatto randagio ma non troppo


 
TITOLO: Un gatto randagio ma non troppo
AUTORE: Giulianna D’Annunzio
GENERE: Libri per ragazzi
CASA EDITRICE: Spunto edizioni

TRAMA
Un intreccio straordinario tra diversi personaggi in una storia che si dipana grazie a un intenso rapporto tra persone e animali. Un gatto randagio, Tigre, instaura un'amicizia con Samuele, un ragazzo in difficoltà; Bruno cerca la sua casa, con l'aiuto di Chiara, dopo aver perso la memoria; la piccola Alice cresce con una nonna eccezionale. Le vite dei protagonisti si annodano tra loro e con quelle di altri personaggi in un susseguirsi di avventure e disavventure che tengono con il fiato sospeso fino alla fine, in una storia a tinte gialle.

RECENSIONE
Rieccomi qui, con un altro romanzo di Giulianna D’Annunzio già autrice del libro “La grotta del tempo” che ho già letto e recensito.
Ancora una volta il tema conduttore è il rapporto fra gli uomini (i bizampe) e gli animali (i quattro zampe) e come il loro incontro possa cambiare radicalmente le vite di tutti.
Il protagonista principale è Samuele, un ragazzo che vive solo con la madre e che si sente derubato della sua felicità.
Un giorno Samuele incontra Tigre, un bel gattone randagio di quelli tosti, e la sua vita prende una piega diversa.
Il suo destino si incrocerà con quello di altre persone (Bruno, che ha perso la memoria, Chiara e la piccola Alice che cresce con la nonna) e...
E niente, per sapere come va dovete leggere il romanzo!
Parliamo dunque dello stile.
Io trovo molto bello il fatto che la scrittrice introduca sempre una “componente” animale nel libro perché cos’, mescolando i pensieri degli umani e quelli degli amici animali, rende la narrazione più scorrevole e mitiga il “peso” degli argomenti più importanti.
La narrazione scorre bene e le descrizioni si bilanciano con l’azione, portata soprattutto dal combattivo Tigre che è proprio un gattaccio di strada coi fiocchi e gli artigli!

“Tigre si intrufolò senza complimenti nella porzione di finestra accostata appositamente per una sua eventuale visita. Samuele provvide a sfamarlo e dissetarlo e gli concesse di dormire sul letto,
poi si rassegnò all’idea di studiare il capitolo di storia per l’interrogazione. A fine pomeriggio Samuele si stupì nel constatare la buona preparazione acquisita.”

GIUDIZIO
Miao, miao, ma che aspettate a leggerlo?


Commenti

Il Mondo di SimiS ha detto…
Adoro i libri sugli animali, se poi sono loro i protagonisti ancora meglio. Me lo segno perchè effettivamente mi piacerebbe leggerlo ;)
Buona lettura ha detto…
Uhm... un altro libro da aggiungere alla mia lista infinita di lettura...
Melinda Santilli ha detto…
Miao!
Appena il libro tornerà disponibile lo leggerò :-)
Catone Recensore ha detto…
Ottima recensione, questo è un libro che merita di essere letto!
Buone feste.
Elettra R. ha detto…
Ho letto il "Gentilcane" di questa autrice, non mi perderò di certo questo libro.
Buone feste!
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Penso che lo leggerò senza'altro!
Baci :-)
Sugar Free ha detto…
@Il Mondo di SimiS
Mi fa piacere saperlo perché è un libro molto bello!
Sugar Free ha detto…
@Buona Lettura
Ti capisco, la lista si allunga sempre!
Sugar Free ha detto…
@Melinda
Vai sul sito dell'editore, lo trovi :-)
Sugar Free ha detto…
@Catone Recensore
Confermo, è un libro davvero bello.
Sugar Free ha detto…
@Elettra R.
Brava!
Sugar Free ha detto…
@Lucrezia Ruggeri
Brava anche tu :-)

Post popolari in questo blog

Dragonfly: la prossima a morire

Complice la neve