Passa ai contenuti principali

Tredici passi alla porta del Diavolo




TITOLO: Tredici passi alla porta del diavolo
AUTORE: E. E. Richardson
GENERE: Horror
PREZZO:  fuori catalogo oppure 8,00 euro (usato su Amazon)
PREZZO EBOOK: /
CASA EDITRICE: Mondadori

TRAMA
C'è una filastrocca che tutti i bambini di Redford sanno a memoria: i Passi del Diavolo, una conta che predice quale sarà la tua morte se sfidi il destino e arrivi alla tredicesima strofa.
Un gioco, una prova di coraggio, ma non per Bryan. Lui l'Uomo Nero l'ha visto davvero: l'ha visto portar via suo fratello Adam, cinque anni prima.
Da allora cerca disperatamente di convincersi di aver immaginato tutto, ma un giorno un suo compagno di scuola gli confida di aver incontrato anche lui "quell'ombra" e Bryan comincia a indagare insieme ai suoi amici nel passato della comunità. Scoprirà che Adam non è l'unico ragazzino scomparso: qualcosa o qualcuno fa sparire i bambini di Redford.
L'Uomo Nero è tornato.

RECENSIONE
Se la trama vi ricorda in qualche modo IT di Stephen King non stupitevi, perché i due libri hanno molte attinenze anche se lo svolgimento della storia narrata da Richardson è diverso.
Cosa succede a Redford?
C’è un pedofilo che rapisce e uccide piccole vittime innocenti ma gli adulti del paese, coloro che dovrebbero vegliare sui bambini, fingono di non vedere. Chiudono gli occhi e si voltano dall’altra parte, lasciando che l’Uomo Nero porti le sue prede nel bosco.
Bryan, il protagonista, decide di mettere fine a tutto questo e inizia con gli amici un’avventura che cambierà per sempre le loro vite.
Questo libro non è un libro per bambini, è un romanzo che dà i brividi, fa riflettere e mette a nudo la fanciullezza violata delle vittime di pedofilia.
Ciò che l’autore reitera, con uno stile davvero fine, è la presenza del buio che nelle menti dei protagonisti rappresenta il male: il buio che si stende su tutto, come una coltre soffocante.
Il romanzo non annoia ma tiene il lettore impegnato fino alla fine.

Per primo viene il fuoco, il sangue per secondo.
Terza è la tempesta, che al quarto annega il mondo.
Al cinque c'è la rabbia, al sei l'odio abissale.
Settima è la paura, ottavo il più gran male.
Il nove è la tristezza, e dieci fa il dolore...
All'undici la morte... poi il dodici, l'amore.
Tredici passi alla porta del Diavolo.
Dall'Uomo Nero non si torna, non si torna davvero
.”


GIUDIZIO
Meritevole.


Commenti

Patricia Moll ha detto…
Interessante!
Quindi non di horror satanico si parla ma di attualità.
L'uomo nero, il diavolo è uomo in carne ed ossa.
Interessante davvero!
Sugar Free ha detto…
@Patricia Moll
Eh sì, proprio così. Leggilo, ne vale la pena ;-)
Sembra interessante. Complimenti come sempre per lo stile delle tue recensioni.
Sugar Free ha detto…
@Daniele Verzetti
Grazie, sei sempre gentilissimo! Comunque leggilo, è bello :-)

Post popolari in questo blog

Berserkr

L’Imperatrice della Tredicesima Terra