Passa ai contenuti principali

Non ho tempo per amarti


 
TITOLO: Non ho tempo per amarti
AUTORE: Anna Premoli
GENERE: Romantico
PREZZO: 12,90 euro
PREZZO EBOOK: 5,99 euro
CASA EDITRICE: Newton Compton editore

TRAMA
Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani... L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare...

RECENSIONE
Anna Premoli è una “scrittrice prodigio”, così si dice.
Nata in Croazia nel 1980, naturalizzata italiana (e dai, tutti qui i prodigi stranieri!), lavora come economista e fa la scrittrice perché ricordiamoci che siamo in Italia e fare “solo” lo scrittore (come se fosse facile) non è considerato un “vero” mestiere.
Ecco, se volete sapere la mia opinione in merito ad Anna Premoli, spero tantissimo che non pratichi il lavoro di economista come quello di scrittrice altrimenti poveri i suoi clienti.
Perché?
Perché scrive male, ma veramente così male che ci vorrebbe un nuovo aggettivo per definire come scrive.
Partiamo dalla grammatica. Certo, la sua casa editrice è la Newton Compton che NON si occupa di revisione lasciando l’onere agli autori.
Questo però non giustifica la totale mancanza di cura nel testo che è pieno di errori, refusi e anche di strafalcioni.
Ci sono tantissimi autori, specie gli auto pubblicanti, che fanno revisione da soli eppure riescono a creare libri molto ben curati e senza errori.
La trama?
Talmente tanto banale che fa sembrare un’opera della letteratura “50 sfumature di...” ed è tutto un dire.
Lo stile?
Stupido, non posso dire altro.
Ci sono persino i suoni onomatopeici, gente!
Ma è un libro per persone adulte o per i bambini che, giustamente, devono ancora imparare a leggere e scrivere e quindi per loro occorrono libri stimolanti e divertenti?
Ma c'è di meglio! Si allungano le orecchie e si sfregano i nasi in questo libro! I personaggi sono un ibrido fra "l'uomo elastico" dei Fantastic4 e gli eschimesi.
Sapete tuttavia cosa mi ha stupito di più?
Il marasma di recensioni positive che ruotano intorno a questo libro, peraltro tutte identiche.
I casi sono due: o il livello culturale di chi legge si è abbassato (speriamo di no) oppure siamo nel classico caso delle “recensioni pecora” dove scritta la prima, scritte tutte le altre.
Lascio a voi immaginare quale sia l’ipotesi più plausibile.

“Bum! Bum! Bum!
 «Ma che diavolo…», impreco ad alta voce, pur essendo sola in casa. Trovo che certe esclamazioni abbiano molto più effetto se pronunciate nella giusta maniera.”
(notare il suono onomatopeico e l’esclamazione “coloritissima” senza punto esclamativo. Chapeau all’ignoranza!)

GIUDIZIO
Consigliato in caso di stitichezza.


Commenti

Riccardo Giannini ha detto…
Preciso che ho letto dei libri sdolcinati nella mia vita :), alcuni dei quali molto carini;

la sinossi mi sembra molto interessante, con questo personaggio che vive proiettata nel passato (addirittura in un passato che non ha vissuto) e il rapporto con una persona troppo diversa che poi, immagino, si rivelerà quella giusta (peraltro espediente usato spesso in letteratura\cinema).

Però mi fido della tua capacità di giudizio, quindi me ne tengo alla larga.
Quindi da evitare.
Saluti a presto.
sinforosa c ha detto…
Che peccato, se avesse avuto il denaro per far correggere le bozze magari poteva essere un libro migliore. A volte ci sono libri con trame mediocri o addirittura idiote e vanno alla grande. Comunque grazie per la segnalazione.
sinforosa
Il Mondo di SimiS ha detto…
Grande recensione! Non ho letto il libro ma avrei voluto e spero un giorno di farlo... Solo per poterne parlare anch'io! Per quanto riguarda le recensioni pecora... Bho secondo me dipende sempre anche dall'età... Io a 40 anni trovo a volte ridicole certe storielle che poi la 20enne osanna. Bho tutto è soggettivo (spero).
Elettra R. ha detto…
Anna Premoli no, ne va della mia sanità mentale. Condivido in tutto e per tutto la recensione che hai fatto.
Buon fine settimana :-)
Sugar Free ha detto…
@Riccardo Giannini
Il guaio è che è scrito male, tutto qui :-(
Sugar Free ha detto…
@Cavaliere oscuro
Esatto.
Buon weekend.
Sugar Free ha detto…
@sinforosa
Hai centrato l'obiettivo.
Un abbraccio.
Sugar Free ha detto…
@Il Mondo di Simis
Ovvio che tutto è soggettivo, è normale.
Più che altro mi è dispiaciuta la poca cura nella realizzazione del lavoro.
Sugar Free ha detto…
@Elettra R.
Buon fine settimana anche a te!
Olivia Hessen ha detto…
Ammetto di aver letto questo libro, spinta dalle recensioni molto positive.
Per fortuna era in offerta a 0,99 cent perché è orrendo!
Anke Agata Russo ha detto…
I gusti sono gusti, però un libro scritto male è intollerabile.
Fai bene a calare la scure!
Sugar Free ha detto…
@Olivia Hessen
Il vero peccato è che se anche sono stati 0,99 cent hai buttato via lo stesso dei soldi.
Sugar Free ha detto…
@Anke Agata Russo
Tranquilla, la lama della mia scure è sempre affilata!
Cristina Alessandri ha detto…
Eccomi, mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi in entrambi i blog. Hai davvero un angolino libroso carinissimo e ti seguo volentieri.
In quanto alla Premoli beh, a me non dispiace, sebbene non sia un'amante del genere rosa.
Sugar Free ha detto…
@Cristina Alessandri
Grazie per esserti unita agli altri lettori, sei stata gentilissima!
Allora, io di per sé non amo il genere rosa quindi parto già prevenuta. Ciò che mi ha fatto alterare è la mancanza di una buona revisione e anche la superficialità dello scritto.
Per fortuna poi abbiamo tutti gusti diversi quindi ben venga che a te piaccia, sennò sai che noia se fossimo tutti uguali!

Post popolari in questo blog

Amazon e le recensioni false (ancora!)

Momo